Consulente finanziario autonomo

Nel nostro Paese, la figura del consulente finanziario indipendente è percepita con una certa diffidenza: uno dei motivi risiede nel fatto che questa figura professionale non è legata a contesti bancari, come il funzionario di banca.
Proprio per questo, tuttavia, il professionista indipendente potrà implementare, per i propri clienti, strategie di investimento personalizzate e con una prospettiva di rendimento che si basa su un know how a 360 gradi, solido e orientato nell’esclusivo interesse degli investitori.

Il consulente finanziario indipendente: Travagli Financial

Essere consulente finanziario indipendente, nel campo degli investimenti, implica pianificare e implementare azioni concrete, una forte etica personale e professionale e stabilire un rapporto trasparente con il cliente.
In qualità di consulente per gli investimenti, l’azienda Travagli Financial ha un vero e proprio dovere fiduciario nei confronti di tutti i clienti.
La totale indipendenza dalle istituzioni bancarie e dalla rete di agenti per gli investimenti consente alla nostra squadra di proporre agli investitori privati e alle aziende solamente i prodotti finanziari conformi al proprio profilo di rischio, con rendimenti davvero allettanti e secondo una visione che va oltre la gestione patrimoniale.
Grazie all’allineamento degli interessi tra i nostri consulenti finanziari indipendenti e i clienti, è possibile stabilire strategie di rendimento realmente soddisfacenti, senza cambiare istituto bancario.
La responsabilità che guida l’azione quotidiana del professionista autonomo è volta a fornire una divulgazione corretta e completa di tutti i fatti materiali, con l’obiettivo di agire sempre nel migliore interesse di ciascuno dei nostri clienti.
L’assenza di vantaggi più o meno nascosti, e la mancanza di interesse a raccomandare determinati prodotti finanziari, i quali spesso risultano più profittevoli per le banche che li propongono, piuttosto che ai clienti, consente ai professionisti di Travagli Financial di consigliare solo i prodotti finanziari con le migliori prospettive di rendimento, senza commissioni di intermediazione.

La consulenza finanziaria ai privati e alle aziende: cosa significa

Rivolgersi a un consulente finanziario autonomo, per gli investitori privati e per le aziende, significa stabilire un rapporto di fiducia orientato in un’unica direzione, quella dell’eccellenza, seguendo determinati step.
Innanzitutto, la consulenza indipendente prevede il pagamento di una parcella e non già commissioni di intermediazioni per la vendita di un prodotto finanziario.
La fattura del professionista rappresenta il giusto compenso, da un lato, per l’esperienza, il tempo dedicato al cliente e l’intero bagaglio di conoscenza maturato nel corso della sua attività; dall’altro, costituisce un impegno concreto alla messa in atto delle migliori strategie di investimento disponibili sul mercato.
I passaggi della consulenza professionale, di norma, seguono un percorso preciso; durante il primo incontro conoscitivo, verranno definiti gli obiettivi del cliente, sia esso un privato oppure un’impresa.
A seguito del briefing, il professionista delinea una panoramica completa degli strumenti a disposizione per raggiungere il target prefissato.
La seconda fase della pianificazione finanziaria con il consulente indipendente prevede l’analisi della situazione patrimoniale del cliente, sia antecedente, sia attuale: solo con tale metodologia sarà possibile impostare strategie efficaci di investimento.
Successivamente, il consulente finanziario indipendente elabora una proposta completa di investimento, customer oriented, ossia totalmente cucita addosso al cliente, che conoscerà anche il corrispettivo per questo servizio.
In caso di accettazione della proposta contrattuale, ha inizio il vero e proprio rapporto di consulenza, pianificazione e analisi finanziaria, con il monitoraggio degli investimenti e una relationship che non termina con il tempo dedicato in sede ed eventuali telefonate e contatti via e-mail, ma diviene costante e trasparente, nell’interesse di entrambe le parti, cliente e consulente.

I vantaggi di rivolgersi a un consulente finanziario autonomo

La consulenza del professionista finanziario autonomo è preziosa per il cliente, che beneficia di un operatore totalmente svincolato dalle logiche dei profitti interni delle banche e/o degli agenti di investimento.
Il termine indipendente, tuttavia, non significa che il consulente agisce da solo, perché la sua esperienza e azione quotidiana sono il frutto di una formazione pluriennale, in contesti finanziari strutturati, attraverso una rete di relazioni costruttive e di reale valore aggiunto per la consulenza.
Essere un professionista indipendente si riferisce alla totale assenza di vincoli di mandato con banche e altre istituzioni finanziarie; poiché è pagato dal cliente, il consulente ne condivide gli obiettivi di rendimento e agisce unicamente nel suo interesse.